w3 total cache cloudflare

Impostare W3 Total Cache Cloudflare Su WordPress

Cloudflare CDN

Come Velocizzare WordPress – La Guida

  1. La Scelta Dell’Host
  2. Il Tema Giusto
  3. I Plugin Essenziali
  4. W3 Total Cache
  5. Cloudflare e W3
  6. Autoptimize

Stavate pensando di impostare il servizio di Claudflare nel vostro sito? Vi garantisco che non ve ne pentirete. Oltre ad essere gratuito, questo servizio vi permetterà di avere un livello in più di sicurezza. Ma c’è di più, infatti grazie ad alcuni algoritmi di compressione pensati appositamente per la velocità, Cloudflare darà una spinta non da poco al sito web.

w3 total cache cloudflare

w3 total cache cloudflare

Funziona Davvero?

All’inizio anche io pensavo di poterne fare a meno dato che il mio sito non è indirizzato ad un pubblico internazionale. Una volta provati i benefici di questo servizio non sono più riuscito a tornare indietro.

Oltre alla sicurezza che ritengo fondamentale, anche la velocità complessiva del sito ne ha tratto giovamento. Mi sono convinto che sia un servizio da consigliare, non lo ritengo essenziale ma la sua utilità è indiscutibile.

Ma Come Lo Utilizzo Con WordPress?

Per nostra fortuna ci sono alcuni plugin che ci permettono di integrare questo CDN senza grossi problemi. Uno di questi è W3 total cache. Vi basterà sbloccare un paio di opzioni tra le funzionalità del plugin e potrete iniziare ad utilizzare Cloudflare in tutta tranquillità.

Integrazione W3 Total Cache Cloudflare

Grazie alla funzionalità di W3 Total Cache Cloudflare otterrete risultati immediati senza difficoltà. La velocità del vostro sito inizierà ad aumentare e i vostri visitatori vi ringrazieranno.

La prima cosa da fare però è quella di andare ad iscriversi alla CDN.

Andiamo su cloudflare.com ed iscriviamoci. Selezioniamo il piano gratuito. Una volta fatto possiamo iniziare la nostra procedura di installazione.

Impostazione Cloudflare

Impostazione Cloudflare

Inseriamo il nostro sito nello spazio in cui viene richiesto ed aspettiamo che la scansione finisca. Ci verranno mostrati i nostri DSN. Successivamente ci verrà chiesto di cambiare i nostri Name Server con quelli che ci forniranno loro.

Adesso aprite il sito del vostro Host (Netsons o SiteGround per esempio) e cercate le impostazioni di configurazione dei DSN. Vi mostrerò quelle dei due Host che uso io, sarà simile anche per voi nonostante utilizziate altri servizi.

Se vuoi un host che vada veramente veloce guarda qui.

Su Netsons:

Entrate nell’area amministrativa, nel menù a discesa (oppure nelle figure “I tuoi servizi”) selezioniamo gestione domini.

Successivamente entrate nel pannello DSN.

Adesso spostiamoci nella scheda Nameserves e sostituiamo i precedenti con quelli forniti da Cloudflare. Salviamo ed abbiamo finito.

Nameserver Netsons

Nameserver Netsons

Su SiteGround:

Una volta entrati nel nostro account selezioniamo la voce “Manage Account” sotto il nostro servizio. Andiamo sul dominio che vogliamo cambiare e clicchiamo su “Your Domain DNS”.

Modifichiamo i Nameservers con quelli forniti dalla nostra CDN e facciamo “Update”.

dns siteground

dns siteground

Fatto?

Aspettiamo l’attivazione del servizio. Dovrebbe arrivare una mail ma potete verificarlo dal pannello di Cloudflare sul sito che volete inserire nel piano free.

Una volta che il nostro sito è stato attivato dovremo impostare i seguenti campi:

-Pagina Speed:

Cloudflare

Cloudflare

Attiviamo Minify css,js,html. Impostiamo Rocket loader su automatic.

-Pagina Caching:

w3 total cache Cloudflare

w3 total cache Cloudflare

Caching Level impostato su standard.

-Page Rules:

Aggiungiamo una nuova regola alle pagine. Inseriamo il nome del vostro sito ed utilizziamo questo modello: ilnomedeltuosito.it/*. Non dimenticate l’asterisco altrimenti verranno applicate solo alla prima pagina.

Page Rules

Page Rules

Inseriamo come regole:

Browser Cache TTL impostato su “A Day”.

Cache Level impostato su “Cache Everything”

Attiviamo Il Modulo Di W3 Total Cache Cloudflare

Adesso che la nostra CDN è impostata andiamo su WordPress. Entriamo nella dashboard del nostro sito e posizioniamo il mouse su performance (in fondo alla barra nera laterale) e clicchiamo sulla voce extensions, che apparirà, per entrare nelle impostazioni.

w3 total cache

w3 total cache

Una volta dentro troveremo 4 impostazioni attivabili. Una è quella di W3 Total Cache Cloudflare che è quella che ci interessa, le altre possono essere attivate a piacimento. Attiviamo la voce di nostro interesse. Ora andiamo sulle General Settings dello stesso plugin.

Scendiamo e troviamo una nuova voce che è “Network Performance & Security powered by CloudFlare”. Attiviamola, ed iniziamo a compilare i campi richiesti. La mail ovviamente sarà quella che avete utilizzato per l’iscrizione al servizio, settate Rocket Loader su “automatic” e minification su “css,js and html”. Il dominio sarà il vostro sito web senza modulo http.

w3 total cache modulo cloudflare

w3 total cache modulo cloudflare

Per l’API Key seguite il link. Vi rimanderà alla pagina della CDN dove troverete la General API Key. Copiatela ed incollatela nel modulo di W3 Total Cache Cloudflare.

Salvate e svuotate la cache.

Manca Poco…

Ora che abbiamo finito anche questo passaggio possiamo ri-eseguire i vari speed test. Potreste non notare grossi miglioramenti, ma vi assicuro che i vantaggi sono molteplici. Adesso non ci resta che prendere l’ultimo plugin rimasto ed impostarlo per far scheggiare il vostro sito, clicca sull’ultimo capitolo e vedrai come rendere ancora più veloce WordPress.

Parte 6

->Autoptimize<-

2 commenti
    • admin dice:

      Ciao Antonio,

      può capitare, purtroppo ogni caso è diverso ed è difficile risponderti senza prima aver approfondito la problematica. Se vuoi ti consiglio di testare un altro plugin con il quale mi sono trovato bene che è wp super cache, altrimenti puoi scrivermi all’indirizzo web[at]seo-overkill.com in modo da approfondire il perché W3 non da i risultati sperati.

      In ogni caso fammi sapere 🙂

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *